Moratoria sul credito: un'opportunità da sfruttare entro il 31.12.2017

Moratoria sul credito: un'opportunità da sfruttare entro il 31.12.2017

Home / News / Moratoria sul credito: un'opportunità da sfruttare entro il 31.12.2017

Fino al 31 dicembre 2017 le PMI che si trovano in temporanee condizioni di tensione finanziaria possono richiedere l’accesso alla moratoria sul credito.

Possono fare domanda tutte le PMI operanti in Italia a patto di essere in bonis cioè non avere posizioni debitorie in “sofferenza”, “partite incagliate”, esposizioni scadute/sconfinanti da oltre 90 gg, né procedure esecutive in corso.

“Il Nuovo accordo per il credito” sottoscritto a marzo 2015 da ABI, dalle banche e dalle principali associazioni di impresa con una durata fino a dicembre di quest’anno prevede tre iniziative a favore delle PMI:

  • Impresa in ripresa: inerente la sospensione e allungamento dei finanziamenti;
  • Impresa in sviluppo per il finanziamento di progetti di investimento e rafforzamento della strutturale patrimoniale delle imprese
  • Imprese e PA finalizzata a smobilizzo dei crediti verso la Pubblica Amministrazione

Nello specifico Impresa in ripresa permette:

a) una sospensione del pagamento della quota capitale dei finanziamenti in essere a marzo 2015:

  • massimo 12 mesi per i finanziamenti;
  • 6 o 12 mesi per i leasing (mobiliare o immobiliare). Verrà postergato anche l’esercizio di opzione di riscatto;

b) l'allungamento della durata dei finanziamenti (no leasing) a medio-lungo termine di massimo:

  • 3 anni per i chirografari;
  • 4 anni per gli ipotecari;

Il periodo massimo di allungamento non può superare il 100% della durata residua.

c) l'allungamento delle scadenze di crediti a breve termine (Anticipazioni crediti – es. SBF su effetti o ricevute e anticipi su fatture Italia e estero; non sono compresi i finanziamenti all’importazione e i finanziamenti per anticipo su contratti) certi e esigibili fino a 270 giorni massimi (ai quali va sottratta la scadenza originaria);

Tale iniziativa consente di sospendere anche i finanziamenti che hanno già beneficiato di tale strumento negli anni passati, con la sola esclusione di quelli per i quali la sospensione è stata richiesta nei 24 mesi precedenti.

Le domande delle imprese possono essere rivolte alle banche entro fine anno utilizzando il modulo predisposto dai singoli istituti aderenti l’iniziativa (1) o scaricando il modulo dal sito ABI (2). Le banche devono dare una risposta entro 30 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda o dall’ottenimento delle informazioni aggiuntive eventualmente richieste.

ABI ha reso noti i lusinghierinumeri di Impresa in ripresa: al 30 aprile 2017 sono state accolte 16.417 domande di sospensione del pagamento delle rate per un controvalore complessivo di debito residuo pari a 4,7 miliardi di euro e una maggior liquidità a disposizione delle imprese di 610 milioni di euro.

Inoltre, sono state accolte 5.683 domande di allungamento del piano di ammortamento pari a 1,2 miliardi di euro di debito residuo.

Analizzando la distribuzione per attività economica:

  • il 21,4% delle domande è riferito ad imprese del settore “commercio e alberghiero”;
  • il 13,7% delle domande è riferito ad imprese del settore “industria”;
  • il 16,6% delle domande è riferito ad imprese del settore “edilizia e opere pubbliche”;
  • il 12,4% delle domande è riferito ad imprese del settore “artigianato”;
  • il 9,2% delle domande è riferito ad imprese del settore “agricoltura”;
  • il restante 26,7% agli “altri servizi”.

Esaminando le domande accolte per distribuzione territoriale della sede legale sono soprattutto le aziende del Nord Italia ad aver usufruito dell’iniziativa:

  • il 64,7% è riferito ad imprese residenti nel Nord Italia;
  • il 19,9% è riferito ad imprese residenti nel Centro Italia;
  • il 15,4% è riferito ad imprese residenti nel Sud Italia


Dario De Benedetti

www.pmitutoring.it è a disposizione per ulteriori informazioni, per valutare l’opportunità di avvalersi di questo strumento ed esser accompagnati nell’iter della richiesta. Il nostro team è accanto agli imprenditori per agevolarli nel dialogo con le banche e nel reperimento delle opportune risorse finanziarie.


(1)Banche aderenti https://www.abi.it/DOC_Mercati/Crediti/Credito-all...

(2)Modulo per richiesta https://www.abi.it/DOC_Mercati/Crediti/Credito-all...

Chiamaci al numero verde

800 94 25 52

o compila il form sottostante, e i dati della tua azienda, per ottenere in poche ore un' analisi di fattibiltà della tua richiesta di finanziamento.

Ti contatterà un nostro tutor per accompagnarti.


Informazioni preliminari